How Cacti met Mugs

Share

Mugs and Cacti

I have been collecting mugs since ever and my tea addiction did not help to stop buying nice mugs in Italy or abroad in the last decades (…decades…oh my god!!). After a few years some of them broke, others just chipped but I refused to throw them away.
Colleziono tazze da tè da sempre e la mia passione per il buon tè non ha aiutato nel limitare l’acquisto di nuove tazze in Italia e all’estero negli ultimi decenni (…decenni…oh mamma mia!!). Dopo qualche anno alcune si sono rotte, altre solo scheggiate ma mi sono rifiutata di gettarle.

Cacti meet Mugs

In the beginning, I re-use them for fresh flowers, saltcellar, pensil tin. Then, the collection of (chipped/broken) mugs increased up to the point of forcing us to find a different function and location, thanks to our guests’ substantial help having breakfast or an afternoon tea in the garden of Ancora del Chianti
All’inizio le ho ri-utilizzate come vaso per fiori di campo, saliera, portapenne. Poi la nostra collezione di tazze (scheggiate o rotte) si è arricchita velocemente fino a essere costretti a trovare una diversa funzione e collocazione grazie al generoso contributo dei nostri ospiti durante la colazione o il tè del pomeriggio nel giardino dell’Ancora del Chianti.

And the idea arrived: combining mugs and cacti and place them in garden! Great effect!
E l’idea è arrivata: mettiamo insieme tazze e cactus e piazziamole in giardino! Di grande effetto!

More Pictures on our Flickr Page
Altre foto sulla nostra Pagina Flickr




 

2 thoughts on “How Cacti met Mugs

  1. Le avevo notate, veramente belline e originali! Ciao Cara!!!

  2. e…facili!!Ricicla (rametti rotti di piante), riusa (tazze rotte), riduci (tempi di cura del giardino e acqua per innaffiare)
    LR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *